Il Direttore Tecnico delle Nazionali FIPIC Carlo Di Giusto fa il punto dopo il weekend pasquale che lo ha visto dividersi tra il ritiro della Nazionale maschile a Lignano Sabbiadoro, sulla strada verso i Mondiali di Amburgo (dal 16 agosto) e quello della Nazionale femminile a Padova, che ha iniziato il proprio percorso di avvicinamento agli Europei B di settembre.

“Ho raccolto segnali importanti da questo raduno”, dice Di Giusto, a proposito della selezione maschile; “E’ stata un’occasione importante per testare la condizione di alcuni ragazzi che non vedevo da tempo o che erano reduci da infortuni”. Gli azzurri hanno svolto il ritiro di Lignano insieme alla nazionale australiana, contro cui hanno giocato una serie di test amichevoli: “Ho alternato quintetti più rodati a quintetti sperimentali, anche per preparare individualmente i ragazzi alle difficoltà che incontreremo nel corso del Mondiale. In linea generale ho visto buone cose: i quintetti già abituati a giocare insieme hanno tenuto testa agli australiani e mi hanno dato dimostrazione di poter competere a questi livelli”. Continua poi Di Giusto: “Le nostre difficoltà sono legate alla mancanza di punteggi bassi con determinate caratteristiche fisiche, ma a mio giudizio abbiamo una qualità che poche altre nazionali italiane del passato avevano, la grande potenzialità offensiva. Se saliamo di livello anche in difesa, possiamo fare davvero bene. E a conferma di ciò c'è quello che mi ha detto l'allenatore australiano, rimasto sorpreso nel vederci già competitivi".

Poi il punto sui convocati: “Sono in 8 già sicuri di un posto ai Mondiali”, dice.

Capitolo femminile: le azzurre si sono ritrovate a Pasqua a Padova per l’avvio della preparazione agli Europei di categoria B: “Ci sono diversi nuovi elementi con grandi potenzialità. Emanuela Romano di Battipaglia ha grande esuberanza, così come Chiara Sorrenti di Reggio Calabria, che può fare bene anche grazie all’aiuto della sua compagna di squadra nel club, Ilaria D’Anna. C’è poi una base da cui ripartire che sta crescendo, con la Feltrin che sta trovando continuità a S. Stefano, dove si è imposta nel giro dei titolari”.  

Chiusa la parentesi nazionali, si torna in campo nel fine settimana per la Serie A, con l’apertura della post season. Sabato in programma gara 1 delle semifinali Scudetto: alle 17.00 S. Stefano contro Giulianova, in serata (20.30) Briantea 84 contro Santa Lucia: “Vedo ancora la Briantea 84 davanti a tutte”, dice Di Giusto; “Probabilmente Giulianova è stata la più favorita dall’esito dell’ultimo turno di stagione regolare che ha ribaltato gli equilibri, e ora contro S. Stefano può confermare i progressi degli ultimi tempi, puntando alla finale. S. Stefano dal canto suo deve superare la delusione della brutta sconfitta in Coppa Italia, mentre per il Santa Lucia una serie senza vantaggio del fattore campo contro la Briantea vista in Champions sembra molto dura”.

0
0
0
s2smodern

Ultime News

LA BRIANTEA 84 CANTU’ E’ CAMPIONE...

Battuta l’Amicacci Giulianova anche in una splendida gara,...

DOMENICA MATCH POINT SCUDETTO PER CANTU’

Domenica 20 maggio alle ore 17, presso il Palasport di...

GARA 1 VA ALLA BRIANTEA CANTU’

Battuta una combattiva Amicacci Giulianova a Seveso 63 a...
Powered by JS Network Solutions