VADEMECUM sulla Gestione dei lavoratori

Per opportuna conoscenza si pubblica il VADEMECUM sulla Gestione dei lavoratori sportivi attraverso il Registro Nazionale delle ASD aggiornato al 9 ottobre 2023

vai al Registro Sport e Salute
 

Si informa che è stato indetto il corso allenatore FIPIC (2 livello SNAQ)

Clicca qui e vai alla modulistica

Gli azzurri sul velluto contro i padroni di casa (101 a 33). Domenica alle 12.15 italiane match contro l’Australia.

 

L’Italia del basket in carrozzina rispetta i pronostici della vigilia e inizia il proprio Campionato del Mondo nel migliore dei modi, strapazzando i padroni di casa degli Emirati Arabi Uniti 101 a 33, nel match inaugurale della manifestazione iridata ospitata dal Dubai World Trade Centre.

Partita virtualmente chiusa già dopo un primo quarto a senso unico, che l’Italia di coach Di Giusto inizia con il quintetto composto dal giovanissimo Boganelli, da Saaid, dai lunghi Papi e Bedzeti e dal capitano Carossino. Troppa la differenza fisica e tecnica con gli avversari, che si ritrovano sotto di oltre 20 punti già dopo meno di 10 minuti.

Ampie rotazioni dalla panchina azzurra nel corso della partita, con i primi canestri in un Mondiale di Minella e proprio di Boganelli (che chiuderà con 4 punti a referto) da sottolineare. Alla sirena finale il dato più eloquente è che tutti e 12 gli azzurri avranno segnato almeno un canestro, con Giulio Papi miglior marcatore con 15 punti in appena 16 minuti sul parquet.

Soddisfatto il tecnico Carlo Di Giusto al termine della partita: “Partita abbordabile contro un’avversaria non all’altezza, ma lo sapevamo. Era importante approcciare bene al torneo ma anche al campo da gioco e sono soddisfatto di aver ricevuto risposte positive da tutti, anche da chi magari purtroppo non avrà ampio minutaggio nelle prossime partite”.

Tra i volti del successo azzurro c’è certamente Joel Boganelli, uno dei più giovani del Mondiale: “Ero davvero emozionato prima dell’inizio della partita, ma poi una volta iniziato a giocare ho cercato di concentrarmi il più possibile. Abbiamo giocato bene ma ora dalla prossima dovremo fare ancora di più”.

EMIRATI ARABI UNITI – ITALIA 33 a 101

Italia: Papi 15, Bedzeti 14, Carossino 13, Raourahi 10, Giaretti 9, De Maggi 8, Ghione 8, Cavagnini 7, Tanghe 7, Saaid 4, Boganelli 4, Minella 2.

Ultime News

NAZIONALE, CONCLUSO IL RAPPORTO CON DI...

"Anni di forte legame", commenta il presidente Zappile La...

L’ITALIA CHIUDE L’EUROPEO UNDER AL...

Gli azzurrini conquistano il quarto posto ai Campionati...

EUROPEI UNDER 23: IL CALENDARIO

Nella mattinata di giovedì 6 giugno a Madrid è stato...