Il percorso di avvicinamento della Nazionale italiana di basket in carrozzina ai Campionati del Mondo 2018, che si terranno ad Amburgo, in Germania, dal prossimo 14 agosto, parte da Lignano Sabbiadoro (Udine). Dal 28 marzo gli azzurri saranno in raduno presso il Centro Sportivo Ge.Tur insieme alla Nazionale australiana, per una tre giorni di allenamenti e amichevoli fino al 1 aprile.

Per l’occasione il Direttore Tecnico Carlo Di Giusto ha convocato quindicii atleti: i capitani Filippo Carossino (UnipolSai Briantea 84 Cantù) e Simone De Maggi (DECO Group Amicacci Giulianova), Marco Stupenengo (Santa Lucia Roma), Claudio Spanu (Dinamo Lab), Giacomo Tosatto (S. Stefano UBI Banca), Giulio Maria Papi (UnipolSai Briantea 84 Cantù), Andrea Giaretti (S. Stefano UBI Banca), Domenico Beltrame (Santa Lucia Roma), Enrico Ghione (S. Stefano UBI Banca), Ahmed Raourahi (UnipolSai Briantea 84 Cantù), Sabri Bedzeti (S. Stefano UBI Banca), Francesco Santorelli (UnipolSai Briantea 84 Cantù) e infine le tre novità rispetto al gruppo degli Europei 2017, Davide Schiera (UnipolSai Briantea 84 Cantù), Alessandro Boccacci (S. Stefano Ubi Banca) e Domenico Miceli (DECO Group Amicacci Giulianova).

Gli azzurri torneranno a Lignano Sabbiadoro anche nel mese di giugno, dal 15 al 22, per una settimana di raduno congiunto con le nazionali di Polonia e Olanda, e poi ancora dal 9 agosto e fino alla partenza per la Germania (insieme a Argentina e Canada). Ma prima, un ulteriore ritiro dal 10 al 14 luglio a Civitanova Marche.

L’Italia è inserita nel Girone C del Campionato Mondiale, insieme a Turchia, Brasile e Giappone. Negli ultimi campionati del Mondo del 2014 ad Incheon (Corea del Sud), gli azzurri conclusero al quinto posto finale.

0
0
0
s2smodern

A Tirrenia 19 i convocati da coach Di Giusto per l’ultimo raduno del 2017

 

La Nazionale italiana di basket in carrozzina al lavoro da oggi 27 dicembre fino al 31 presso il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia (Pi), per l’ultimo raduno dell’anno solare 2017.

Coach Carlo Di Giusto ha deciso di convocare 19 atleti (assenti Claudio Spanu e Ahmed Raourahi per motivi personali), avviando il percorso che porterà ai Campionati del Mondo di Amburgo nel prossimo mese di agosto.

Il programma prevede 5 sedute di allenamento e due sfide in famiglia nel pomeriggio di venerdì 29 e sabato 30 dicembre.

Questi gli azzurri convocati:

Alessandro Boccacci (S. Stefano), Marco Stupenengo (Santa Lucia Roma), Filippo Carossino (Briantea 84), Giacomo Tosatto (S. Stefano), Domenico Miceli (Amicacci Giulianova), Giulio Maria Papi (Briantea 84), Andrea Giaretti (S. Stefano), Simone De Maggi (Amicacci Giulianova), Domenico Beltrame (Santa Lucia Roma), Enrico Ghione (S. Stefano), Enrico Ambrosetti (Pol. Nordest), Davide Schiera (Briantea 84), Francesco Roncari (HS Varese), Jacopo Geninazzi (Briantea 84), Dario Di Francesco (Amicacci Giulianova), Sabri Bedzeti (S. Stefano), Driss Said (HB Torino), Francesco Santorelli (Briantea 84), Nicola Favretto (Padova Millennium).

Completano lo staff azzurro di coach Di Giusto anche i tecnici federali Roberto Ceriscioli, Marco Bergna e Fabio Castellucci, la fisioterapista Scheila Bellito e il meccanico Claudio Possamai.

0
0
0
s2smodern

Battuta Israele nello spareggio per l’ultimo posto disponibile 59 a 53. Domani le finali dell’Europeo.

 

L’Italia del basket in carrozzina conquista il pass mondiale al termine dello spareggio contro Israele, nella finale per il settimo posto dell’Europeo di Tenerife. Una partita sofferta fino alla fine, vissuta in rimonta dagli azzurri, non brillanti per tre quarti, ma poi capaci di dare la zampata finale che vale l’obiettivo della vigilia per questo gruppo, nuovo e giovane, il più giovane della rassegna continentale dopo la Germania.

L’Italia quindi ancora una volta nell’élite mondiale, qualificata per i Mondiali che si svolgeranno ad Amburgo, in Germania, nella seconda metà del mese di agosto 2018. Giusto premio per una squadra che ha fatto vedere nel corso di questo Europeo potenzialità enormi, combattendo alla pari con chiunque, al netto di inevitabili passaggi a vuoto, fisiologici per ragazzi per la gran parte all’esordio su terreno internazionale.

La partita con Israele è soffertissima fin dall’inizio: percentuali basse in attacco, nervosismo e molti errori, gli azzurri faticano a trovare ritmo. Israele non ne approfitta nei primi 20 minuti, ma poi prova la fuga in un inizio di terzo quarto duro per noi: i nostri avversari salgono fino ad un massimo vantaggio di 7 punti, prima che l’inerzia si inverta definitivamente a nostro vantaggio. Fondamentale risulta essere Enrico Ghione, che festeggia nel migliore dei modi il proprio ventisettesimo compleanno sfoderando una prestazione enorme, fatta di canestri pesanti e personalità sotto canestro. Riusciamo a piazzare il parziale decisivo in apertura di ultimo quarto, ma soffriamo ancora fino alla fine, quando il capitano Filippo Carossino mette al sicuro la vittoria con straordinaria freddezza dalla lunetta.

Domani si chiude l’Europeo di Tenerife con le finali per le medaglie. Nel torneo maschile, la finale sarà tra Gran Bretagna e Turchia, mentre in campo femminile sarà Olanda vs Germania.

 

ITALIA – ISRAELE 59 a 53

Italia (Ghione 12, Stupenengo 12, Carossino 12, Papi 4, Santorelli 4, Bedzeti 2, Giaretti 2, Spanu 2, De Maggi 2).

0
0
0
s2smodern

Si apre con una delusione l'Europeo di Divisione B per la Nazionale femminile italiana. A Lignano Sabbiadoro, location anche degli Europei Under 22 in corso, le azzurre erano opposte alla Svezia, esordiente sulla scena internazionale a livello di rappresentativa femminile.

Le ragazze di coach Castellucci partono bene, concentrate in difesa e trascitate in attacco dalla vena realizzativa di Ilaria D'Anna (15 punti alla sirena per lei, migliore marcatrice tra le italiane) e Beatrice Sorina Ion; completano il quintetto iniziale Jennifer Feltrin, Melissa Rado e Lorena Ziccardi sotto canestro. L'Italia nel corso della prima porzione di gara appare quasi in controllo, salendo addirittura fino ad un +8 che appare confortante. Nel corso del secondo quarto però l'andamento della partita svolta di 180 gradi, complice il prematuro quarto fallo di Ilaria D'Anna, costretta alla panchina. Con il nuovo quintetto in campo l'Italia fatica a trovare le misure e la Svezia reagisce, prima rimontando, poi sorpassando le azzurre, che non riescono più a trovare ordine in campo, lasciandosi sfuggire inesorabilmente il controllo del match col passare dei minuti. La Svezia presto supera la doppia cifra di vantaggio e non si farà più riavvicinare, conquistando la propria prima storia vittoria internazionale (35 a 53 il finale).

L'Italia tornerà in campo alle 15.45 di sabato 15 settembre, avversaria la Turchia.

0
0
0
s2smodern

La Nazionale Under 22 impegnata negli Europei di categoria a Lignano Sabbiadoro dice addio alle semifinali, obiettivo per altro fuori portata fin dalla vigilia per un gruppo giovane e alla prima esperienza internazionale. La sconfitta di mercoledì 12 settembre contro in vicecampioni d'Europa della Gran Bretagna (un netto 72 a 28) significa terzo k.o. in tre partite. Per gli azzurrini quindi rimane ora il crossover di consolazione, con la terza classificata del girone A, che si concluderà giovedì.

Inizia con una dura sconfitta l'Europeo Under 22 della Nazionale Italiana. Nel match inaugurale del torneo, ospitato per la seconda edizione consecutiva dal Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro (UD), gli azzurrini non riescono a rimanere mai in partita contro la Spagna, che alla fine si impone con un 75 a 24 che non ammette repliche. Nel giovane gruppo guidato da coach Marco Bergna, e composto per la stragrande maggioranza da esordienti, o da giocatori nettamente sottoetà rispetto agli avversari, il migliore dal punto di vista realizzativo è Matteo Mordenti, che sigla 12 punti (tra cui tutti i primi 10 della partita azzurra).

La seconda partita degli Europei Under 22 per l’Italia padrona di casa si conclude con un’altra sconfitta, per mano stavolta di Israele. Il 64 a 44 finale forse è anche troppo severo con gli azzurrini, capaci di reagire nel corso del terzo quarto dopo una durissima partenza.

I ragazzi di coach Bergna ritornano fino a 8 punti di distanza, con la possibilità anche di accorciare a 6, ma alla fine Israele mantiene il controllo del match fino al termine, allungando oltre il ventello di margine nell’ultimo periodo.

Da giovedì sarà poi la volta delle azzurre, che inizieranno sempre a Lignano Sabbiadoro il proprio Europeo di Divisione B contro Turchia e Svezia.

0
0
0
s2smodern

Ultime News

PARTE IL GIRONE DI RITORNO IN SERIE A

Giro di boa nella stagione regolare di A prima della sosta...

CHIUSO IL GIRONE DI ANDATA, DECISE LE...

La Briantea 84 conferma la leadership, seguita da S....

LA PRIMA DEL 2019 PER DECIDERE LA...

Si torna in campo per l’ultima giornata del girone di...
Joomla Extensions